lunedì, gennaio 09, 2006

W i ventenni...come me!!

Oggi in Giappone si celebra il Seijin no Hi, ovvero il Giorno della Maggiore Età: vengono festeggiati i giovani che entro quest'anno compiranno venti anni, evento che in Giappone significa diventari maggiorenni, il che dà la possibilità di bere nei locali e votare, ed essere perseguiti dalla legge come adulti! La data di questo giorno di festa cambia ogni anno, essendo celebrato il secondo lunedì di gennaio.

Mentre da noi la festa dei diciotto anni è un evento molto "personale", nel senso che ognuno ci tiene a fare una festa più bella di quella dei nostri coetanei (in genere compagni di scuola e di comitiva), in Giappone la festa della maggiore età è un evento molto più "comunitario", nel senso che nello stesso giorno si festeggia insieme a centinaia di migliaia di coetanei: quest'anno i ventenni giapponesi saranno 1,43 milioni!

In questo giorno i vari comuni organizzano delle cerimonie ufficiali per festeggiare l'evento; queste cerimonie (seijin shiki) di solito si tengono al mattino...si fanno discorsi ufficiali...si consegnano dei regali...insomma, una cosa noiosa.
Le ragazze in quest'occasione di solito si vestono in kimono, in particolare indossano lo sbarazzino furisode (“maniche fluttuanti”) con maniche aperte e lunghe fino a terra, esclusivo delle ragazze nubili (dopo i 20 anni e dopo il matrimonio si passa al tomesode, con maniche fino a vita). Dato il costo eccessivo dei kimono da cerimonia molte lo affittano!
I ragazzi invece si vestono in genere in giacca e cravatta, ma possono anche indossare dei kimono neri maschili.

Dopo la cerimonia ufficliale si vedono questi gruppetti di ragazzi che se ne vanno in giro a festeggiare, soprattutto bevendo.

Il Seijin no Hi lo si festeggia da secoli. Durante il periodo Edo (1603-1868) i ragazzi diventavano adulti all'età di 15 anni (veniva loro rasato il ciuffo di capelli che ricadeva sulla fronte) e le ragazze all'età di 13 anni (cominciavano a tingersi i denti di nero...ogni paese ed epoca hanno i loro canoni estetici di bellezza!!!). Fu solo nel 1876 che l'età della maggiore età fu portata per ragazzi e ragazze a 20 anni.

Il numero dei ragazzi giapponesi che festeggiano la maggiore età cala di anno in anno, questo perchè è proprio tutta la popolazione del Sol Levante che è in netto calo; rispetto all'anno scorso ci sono 70.000 ventenni in meno.
Oggi mi sento di dare info...!

2 commenti:

Davide ha detto...

Beh, preferisco la festa dei 18 anni a modo nostro.... anche se l'idea di partecipare ad una festa con ragazze in kimono non deve essere affatto male! :)

babavagina ha detto...

quant'è vero che in italia manca completamente il senso della comunità! in giappone, oltre a festeggiare "insieme" nel senso di "collettivamente" e "contemporaneamente", festeggiano l'entrata di una generazione all'interno dei diritti e dei doveri sociali della comunità nazionale. in italia al massimo si festeggia l'entrata nel club di quelli che picchiano impazienti ai semafori..