sabato, febbraio 03, 2007

Oggi è il setsubun!!


Oggi in tutto il Giappone viene festeggiato il setsubun, ovvero l'ultimo giorno dell'inverno e il giorno che precede l'inizio della primavera secondo l'antico calendario lunare.

Anticamente, ricalcando per certi aspetti il calendario cinese, l'anno solare era diviso in 24 periodi chiamati "termini solari", il primo, che secondo l'odierno calendario gregoriano adottato in Giappone, cade il 4 febbraio, era il Risshun, ovvero "l'inzio della primavera"; il 24°, che cade il 20 gennaio è il Taikan, "grande freddo". Questa è la lista di tutti i termini solari:

N.

Longitudine
solare

Data nel
calendario
gregoriano

Giapponese
Italiano

1 315 Feb 4 RisShun Inizio Primavera
2 330 Feb 19 AmaMizu Acqua di Pioggia
3 345 Mar 6 KeiChitsu Risveglio degli Insetti
4 0 Mar 21 ShunBun Equinizio di Primavera
5 15 Apr 5 SeiMyou Puro Splendore
6 30 Apr 20 KoKuu Pioggia di Granelli
7 45 Mag 6 RikKa Inizio d'Estate
8 60 Mag 21 KoMitsu (ShoMitsu) Abbondanza di Chicchi
9 75 Giu 6 BouShu Appare la barba
10 90 Giu 21 GeShi Solstizio d'Estate
11 105 Lug 7 ShouSho Caldo Moderato
12 120 Lug 23 Daisho (Taisho) Grande Caldo
13 135 Ago 8 RisShuu Inizio d'Autunno
14 150 Ago 23 ShoSho Fine del Caldo
15 165 Set 8 HakuRo Bianca Rugiada
16 180 Set 23 ShuuBun Equinozio d'Autunno
17 195 Ott 8 KanRo Fredda Rugiada
18 210 Ott 23 ShimoOri Arriva la Brina
19 225 Nov 7 RiTou Inizio d'Inverno
20 240 Nov 22 ShouSetsu Leggere Nevicate
21 255 Dic 6 TaiSetsu Pesanti Nevicate
22 270 Dic 22 Touji Solstizio d'Inverno
23 285 Gen 5 ShouKan Freddo Moderato
24 300 Gen 20 TaiKan Grande Freddo


La vigilia di ogni inizio di termine solare era un giorno setsubun, setsu letteralmente significa "divisione stagionale". Tra tutti i setsubun dell'anno solare, con il tempo ha acquistato particolare importanza quello che separa la fine del Grande Freddo e l'Inizio della Primavera, ovvero il giorno che si festeggia oggi. Il setsubun ottenne lo status di evento imperiale e un'importanza rituale e simbolica perchè associato all'idea del sole che ritorna con tutto ciò che ne comporta: cambiamento di clima, risveglio del corpo e della mente, la cacciata degli spiriti maligni, la rinascita simbolica, e la preparazione per la stagione della semina.

La celebrazione di questo giorno con tutte le sue pratiche e i riti, sembra essere nata nel periodo Muromachi (1392-1573), era in cui il Giappone vide un periodo di pace interna che favorì anche il fiorire delle arti tradizionali giapponesi come la cerimonia del the e altre pratiche.

Tra tutti i riti celebrati in questo giorno nelle case dei giapponesi il più famoso è senza dubbio il mamemaki, ovvero il lancio dei fagioli di soia per scacciare dalla casa e dal nuovo periodo che sta iniziando, gli spiriti nocivi e le negatività. Di solito il capofamiglia oppure quello che viene chiamato toshi otoko (letteralmente "uomo dell'anno", ovvero l'uomo della famiglia che ha lo stesso segno zodiacale dell'anno in corso, cinghiale per il 2007) lancia dei fagioli di soia tostati all'interno della casa, o presso la soglia della casa, o addosso ad un altro membro della famiglia che indossa una maschera di Oni (creatura mitologica del folklore giapponese simile ad un demone o orco). Il lancio dei fagioli è accompagnato dalla recitazione del ritornello Oni wa Soto; Fuku wa Uchi (Vai via Oni! Entrate felicità e fortuna!). Dopo il lancio rituale ogni membro della famiglia mangia un fagiolo oppure tanti fagioli quanti sono i suoi anni (rito questo che si consiglia soprattutto quando si hanno età poco felici come 25 o 42 anni per gli uomini, e 19 e 33 per le donne!).


Sembra che l'origine di questo rito si possa rintracciare in un kyogen eseguito al tempio Mibu di Kyoto (il kyogen in questione è stato designato come importante tesoro popolare del Giappone): Un giorno un orco si travestì e giunse nella casa di una vecchia vedova. Egli possedeva un martello magico e con esso confezionò un bellissimo kimono. Era un kimono talmente bello che la vecchia vedova cadde in tentazione. Pensò di ribarlo dalla sacca dell'orco facendolo prima ubriacare. Non soddisfatta del solo kimono la vecchia pensò che doveva prendere anche il martello. Sorpreso dall'avidità della vecchia, l'orco rivelò la sua vera identità. Spaventata la vecchia inizò ad urlare e colpì l'orco con la prima cosa che riuscì ad afferrare: un pugnetto di fagioli di soia. Dovettero far molto male all'orco, perchè questi fuggì lasciando la vecchia senza ciò che desiderava, ma con più saggezza e salute.

Anche nei templi e santuari viene celebrato il lancio dei fagioli, ma in molti grandi templi vengono organizzati altri eventi come rappresentazioni, incontri di sumo, etc, che attraggono molti visitatori ed anche le reti televisive, visto che di solito per questi eventi vengono invitati anche vip!


Un altro rito da eseguire nelle case consiste nel mangiare un makizushi non tagliato volgendo lo sguardo verso la direzione propizia dell'anno, che è quella determinata dal segno zodiacale dell'anno in corso (ricordo, cinghiale). Il makizushi deve essere mangiato senza parlare, altrimenti niente fortuna!

Beh, buon setsubun!

6 commenti:

Forum Karaoke ha detto...

che spettacolo ...

io amo il giappone ... ed impazzisco per le giapponesi...

Leggere questo blog è fenomenale...

Ciao

Bea ha detto...

Ciao! Grazie mille per esser passato di qui!

:)

B!

Se ti va passa anche sull'altro mio blog, lo trovi nell'elecon dei blog che leggo, si tratta di news fresche fresche sul Giappone!

B!

Code2 ha detto...

MMMMMh!
Bbbono il super mega futo maki!!!
Gnam!

Anonimo ha detto...

Ciao questo blog è davvero fantastiko..io ho già lasciato un kommento dove hai skritto ke sei andata a bologna xquella kosa del mangadi Nana,ti ho anke lasciato il mio kontatto Msn,mi piacerebbe fare 2kiakkire..se ti va aggiungimi..ciao
ps BLOG DAVVERO FANTASTIKO,ANKE IO AMO MOLTO LA QULTURA E I MANGA GIAPPONESI!!!! !!!
Ti riskrivo il mio kontatto: chobit1990@hotmail.it CiAo

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good